Esperti in refrigerazione e climatizzazione

Valvola di Servizio

Cos’è una valvola di servizio?

Le valvole di servizio sono componenti importanti quando si parla di impianti HVAC, sia di condizionamento che di refrigerazione. Spesso chiamate anche valvole di isolamento, le valvole di servizio hanno proprio questo scopo: isolare un componente specifico dal resto del sistema, conservando i gas liquidi che circolano al suo interno. In questo modo, diverse attività di manutenzione essenziali possono essere eseguite senza dover interrompere il regolare funzionamento del sistema, come il prelievo o la ricarica della carica di refrigerante in un impianto HVAC.

Esistono diversi tipi di valvole di servizio, destinate a diverse applicazioni e con diverse funzionalità. Tuttavia, in ultima analisi, l’obiettivo di una valvola di servizio è sempre lo stesso: interrompere comodamente il flusso di un fluido in un’apparecchiatura o in una direzione specifica, senza interrompere la circolazione del fluido all’interno del sistema nel suo complesso.

Come funziona una valvola di servizio?

Nel contesto dei sistemi HVAC, le valvole di servizio sono solitamente collocate accanto all’uscita del compressore. In questo modo, le valvole di servizio consentono di isolare momentaneamente il compressore dal resto dell’impianto e di accedere alla sua carica frigorifera senza interrompere il corretto funzionamento dell’intero sistema. In questo modo, è possibile collegare alle porte del sistema dei manometri di refrigerazione per riempire o ritirare la carica frigorifera, senza dover interrompere completamente il funzionamento. In un sistema HVAC, la convenienza di questa funzionalità è ovvia: vogliamo mantenere sempre controllata la temperatura del sistema.  Analogamente, in un sistema di refrigerazione, una valvola di servizio può anche consentire di separare temporaneamente il vano del compressore dalla porta dell’evaporatore, per la manutenzione o la ricerca di guasti.

Quanti tipi di valvole di servizio esistono?

I tipi più comuni di valvole di servizio presenti nei sistemi HVAC sono le valvole di servizio a due posizioni, le valvole di servizio a tre posizioni e le valvole a sfera. Sebbene esistano altri tipi di valvole più specifiche, queste sono le più comuni negli impianti di condizionamento e refrigerazione.

La valvola a tre posizioni, nota anche come valvola king, è senza dubbio una delle valvole di servizio più utilizzate negli impianti HVAC. Di solito viene utilizzato per collegare o bloccare il serbatoio del ricevitore dalla linea del liquido. Allo stesso modo, viene utilizzato anche per collegare il vano compressore all’evaporatore, consentendo di isolarli l’uno dall’altro.

Le valvole di servizio a due posizioni sono invece le più diffuse negli impianti di condizionamento. Consentono di isolare il vano del compressore dall’evaporatore del sistema e molti includono anche una camera per il dispositivo di misurazione. In questo modo, il fluido refrigerante è in grado di bypassare attraverso e intorno al dispositivo di misurazione, mentre il liquido circola verso la valvola di espansione termostatica nel vano dell’evaporatore.

Infine, le valvole di servizio a sfera sono le più semplici in circolazione. Indicano semplicemente la direzione del flusso del refrigerante e sono dotate di un perno per arrestare o riprendere la circolazione del refrigerante attraverso il sistema, proprio come in una normale valvola domestica per il gas o l’acqua. Questo tipo di valvola è più limitato, poiché non controlla il flusso sull’attacco, ma ha meno possibilità di produrre perdite rispetto ad altri tipi di valvole.

Areacademy, vincitore del premio Iniziativa Industriale dell’Anno da ACR News Awards