Esperti in refrigerazione e climatizzazione

Rapporto di efficienza energetica stagionale (SEER)

Il termine SEER è indicato sulla scheda tecnica di molti condizionatori d’aria. Tuttavia, si tratta di un valore che la maggior parte degli utenti non conosce o trova poco chiaro. Di seguito, proponiamo una definizione di questo concetto, illustrandone usi e utilità.

Cos’è il SEER (Seasonal Energy Efficiency Ratio) e a cosa serve?

Anzitutto, è necessario spiegare cos’è il SEER prima di sapere come calcolarlo. Per definire cosa significhi SEER si può anzitutto spiegarne l’acronimo (rapporto di efficienza energetica stagionale) oppure sottolineare che si tratta di uno standard che esprime le possibili prestazioni di un apparecchio di raffreddamento dedicato. Si applica, ad esempio, ai sistemi di condizionamento dell’aria e agli elettrodomestici. Grazie al SEER, ad esempio, è possibile conoscere il consumo di un apparecchio quando viene utilizzato per raffrescare. Pertanto, trattandosi di un valore che esprime l’efficienza energetica, più alto è il SEER, maggiore sarà l’efficienza energetica dell’apparecchio, anche se naturalmente anche il costo sarà più elevato. È quindi essenziale conoscere il significato di SEER nel campo della climatizzazione, poiché un apparecchio con un SEER basso finirà per essere più costoso a lungo termine, anche se inizialmente è più economico.

Come si calcola il consumo delle apparecchiature?

Innanzitutto, è necessario osservare la potenza di un condizionatore o di un climatizzatore. Occorre quindi dividere la potenza termica dell’apparecchio, espressa in kW, per il valore SEER assegnatogli. Il risultato corrisponderà alla potenza elettrica che un apparecchio consumerà in un’ora.

Prendiamo per esempio un condizionatore d’aria con una potenza termica di X kW e un SEER di Y. Per calcolare l’energia elettrica consumata in un’ora, è necessario dividere X per Y. Il risultato sarà quindi espresso in kWh. Si noti, quindi, che gli apparecchi con una classificazione inferiore (dove A è la più alta e D la più bassa) potrebbero costare più del doppio nella bolletta elettrica.

Questi valori di efficienza energetica sono rappresentati da semplici valori numerici che ogni consumatore può comprendere e confrontare. Più alti sono i valori numerici, maggiore sarà l’efficienza di un apparecchio. Questi valori sono quindi proporzionali, il che significa che il doppio del valore corrisponde al doppio dell’efficienza. Il livello SEER/SCOP è rappresentato da etichette che esprimono le prestazioni stagionali. Questo punto è importante, poiché le prestazioni possono variare notevolmente da stagione a stagione. Come già detto, SEER è l’acronimo di Seasonal Energy Efficiency Ratio, mentre SCOP si riferisce al Seasonal Coefficient of Performance, traducibile come “coefficiente di prestazione stagionale”. Questi valori dovrebbero comparire anche sull’etichetta energetica di un sistema di condizionamento d’aria e indicano che la classificazione tiene conto delle condizioni variabili in cui opera durante l’anno, che possono cambiare a seconda della posizione geografica e della stagione. I valori SEER/SCOP sono quindi considerati più accurati e realistici.