Esperti in refrigerazione e climatizzazione

La linea di mandata nella refrigerazione e nel condizionamento dell’aria

La linea di mandata è uno dei concetti fondamentali in tutto ciò che riguarda i compressori, nonché gli impianti di refrigerazione e condizionamento dell’aria. Parleremo quindi di un elemento che è presente in tutti i circuiti di entrambi i settori e che ogni tecnico della refrigerazione dovrebbe conoscere a fondo. Per essere più precisi, parleremo della sua funzione e della sua importanza per il corretto funzionamento delle parti sopra citate. Ne sottolineeremo anche la grande importanza per le prestazioni di un circuito e di un apparecchio.

La funzione della linea di mandata è quella di trasportare il vapore surriscaldato ad alta pressione dalla valvola di mandata del compressore all’ingresso del condensatore.

Cosa di intende per linea di mandata?

Per definire la linea di mandata, possiamo esaminare la sua funzione, che può essere riassunta come responsabile del trasporto del vapore surriscaldato ad alta pressione dalla valvola di mandata del compressore all’ingresso del condensatore. La linea di mandata è nota anche come linea del gas caldo o linea di scarico. La linea di mandata ha il compito di eliminare il surriscaldamento, raffreddando il vapore surriscaldato dal compressore. Inoltre, assicura che questo calore venga trasferito all’ambiente.

Il vapore compresso ha accumulato tutto il calore assorbito dall’evaporatore e dalla linea di aspirazione. Occorre inoltre tenere conto del calore aggiunto durante il processo di pompaggio del compressore. A ciò si aggiunge il calore generato dal movimento del motore, che deve anch’esso essere convogliato nella linea di mandata. Tenendo conto della grande quantità di calore che si accumula su entrambi i lati, la linea di mandata diventa quindi la parte più calda dell’intero sistema. È quindi molto importante che il condensatore non sia sporco, perché in questi casi – così come nelle giornate molto calde – la temperatura può superare i 200ºC.

La linea di mandata è essenziale: impedendo il surriscaldamento del refrigerante, il vapore viene raffreddato alla temperatura di saturazione del condensatore. Quando si verifica questa fase, il vapore raggiunge la temperatura di condensazione e di saturazione indicata per la pressione in questione e avviene un processo di condensazione del vapore, unitamente alla perdita di calore. Se i tubi della linea del refrigerante non sono delle dimensioni corrette e non corrispondono alla quantità di vapore o di liquido per cui sono stati progettati, può verificarsi una perdita di pressione del refrigerante. Questo ha effetti negativi sul sottoraffreddamento di una linea liquida e significa che la valvola di espansione non è in grado di funzionare correttamente. Ciò può causare ulteriori problemi ai compressori e all’evaporatore.

Areacademy, vincitore del premio Iniziativa Industriale dell’Anno da ACR News Awards