Esperti in refrigerazione e climatizzazione

Deumidificazione

La deumidificazione è un processo che consente di eliminare l’umidità presente in un ambiente. Si tratta di un processo tradizionalmente legato a specifici apparecchi dedicati a tale funzione; tuttavia, anche i condizionatori d’aria possono avere questa funzione per rendere l’ambiente più salubre.

Caratteristiche della deumidificazione

La deumidificazione può essere definita come il processo di rimozione del vapore acqueo in eccesso nell’aria, noto come umidità. Tuttavia, tale definizione può essere applicata a qualsiasi flusso di gas e può avvenire per condensazione parziale del vapore, che viene separato dal flusso di gas. Esistono diversi metodi per realizzare il processo di deumidificazione, ma lo scopo è lo stesso per tutti ed è legato alla pressione e alla temperatura dell’aria. Di seguito, si riportano maggiori dettagli sul processo specifico.

Il processo di deumidificazione

Il processo di deumidificazione è un’operazione che mira a modificare le condizioni di umidità di un flusso d’aria attraverso la sua interazione con un flusso d’acqua. Nel processo avviene un trasferimento simultaneo di freddo e materia senza la presenza di alcuna fonte di calore esterna. La materia che viene trasferita tra le fasi corrisponde alla sostanza che forma la fase liquida. Si tratta di condensazione nel caso della deumidificazione e di evaporazione nel caso dell’umidificazione (il processo inverso).

Tipi di deumidificazione

Nell’ambito della deumidificazione è possibile descrivere diversi tipi di processi. Il rapporto tra climatizzazione e deumidificazione è proprio quello che prevede la combinazione di entrambi i processi: la climatizzazione raffredda l’aria a pressione costante fino a raggiungere una temperatura inferiore al punto di rugiada o di condensazione.

1. Deumidificazione per raffreddamento

È il tipo di deumidificazione dei sistemi di condizionamento dell’aria convenzionali che funzionano a compressione di vapore. Raffreddano l’aria a una pressione costante al di sotto della temperatura del punto di rugiada, condensando così parte del vapore presente nell’aria. Il sistema di compressione del vapore deve quindi trovarsi a una temperatura inferiore a quella necessaria per estrarre il calore di raffreddamento sensibile.

2. Deumidificazione per aumento della pressione

Si tratta di un processo che si verifica quando l’aria nell’atmosfera viene compressa fino a condensare.

3. Deumidificazione per essiccamento

In questo caso, si tratta di utilizzare una sostanza essiccante, ovvero con un’elevata affinità all’umidità e capace di estrarre il vapore acqueo dall’aria.

Questi processi possono essere inclusi nella categoria dei prodotti HVAC. Questo acronimo si riferisce alle diverse condizioni necessarie per mantenere una qualità dell’aria ottimale. Tali condizioni sono garanzia di un corretto grado di umidificazione e deumidificazione, un corretto grado di riscaldamento e raffreddamento, corrette condizioni di ventilazione, pulizia dell’aria e adeguato movimento dell’aria all’interno del circuito.