Esperti in refrigerazione e climatizzazione

Calore radiante

Che cos’è il calore radiante?

Il calore radiante può essere definito come energia termica propagata per irraggiamento sotto forma di onde elettromagnetiche. È noto anche come radiazione termica o irraggiamento termico nella regione dell’infrarosso dello spettro elettromagnetico. Tuttavia, va detto che una parte si trova anche nella regione visibile. Il calore radiante è prodotto dal movimento termico di particelle di materia cariche e non richiede un mezzo per trasferire energia.

Il calore radiante offre le migliori condizioni di riscaldamento ed è in grado di emettere calore indipendentemente dalla temperatura dell’aria, il che significa che funziona come l’energia del sole. Questo perché scambia calore utilizzando le onde infrarosse. Il calore radiante si verifica quindi quando una persona è direttamente esposta a una fonte di luce. Questo scambio di calore avviene per mezzo di onde elettromagnetiche. Va aggiunto che l’emissione di calore nel caso del calore radiante dipende dalla temperatura del corpo: maggiore è la temperatura, maggiore è l’emissione di calore.

Calore radiante – esempi

Di seguito, si riportano alcuni esempi di calore radiante, in modo da poterlo comprendere in modo visivo. A tal fine, iniziamo parlando di un thermos: un thermos è un dispositivo che consente di concentrare e mantenere il calore al suo interno. Strutturalmente, un thermos è costituito da una doppia parete di vetro senza aria nell’intercapedine. In questo modo, si garantisce che non vi siano perdite di calore per convezione o conduzione. Inoltre, la sua parete interna è rivestita d’argento e riflette le radiazioni senza assorbirle. In questo modo, si garantisce che una bevanda rimanga calda più a lungo. Il calore radiante è il principio su cui si basano diverse tecnologie e che spiega vari fenomeni naturali. Infatti, è possibile fornire ulteriori esempi di irraggiamento termico sulla base di esperienze che si possono osservare quotidianamente.

  • La brace in un falò: nel caso in cui ci si avvicini a una fonte di calore come un falò, un fornello o un camino, il carbone o il combustibile che brucia emette calore per irraggiamento.
  • Calore dal Sole: la Terra riceve calore dal Sole per irraggiamento.
  • La sabbia di una spiaggia in estate: quando la temperatura è alta, la sabbia emette calore radiante.
  • Termocamere: le termocamere si basano sul principio della radiazione per misurare il calore dei corpi. Per essere più precisi, misurano la quantità di calore emessa grazie a questo fenomeno.
  • Lettini abbronzanti: questi apparecchi sono famosi esempi di calore radiante. Emettono raggi ultravioletti, responsabili dell’abbronzatura della pelle. A causa di questa emissione di calore, non è consigliabile un uso eccessivo.
  • Termometri a infrarossi: sono termometri che misurano la radiazione di un oggetto all’interno di un intervallo di infrarossi e la rappresentano sotto forma di temperatura per conoscerne il livello.

 

Areacademy, vincitore del premio Iniziativa Industriale dell’Anno da ACR News Awards